I 7 Pilastri delle relazioni che funzionano

relazione coppiaLa qualità della nostra vita è direttamente connessa alla qualità dei nostri rapporti.

Se tutti fossimo esperti nel relazionarci con gli altri, probabilmente non ci sarebbero litigi e conflitti e tutti vivremmo in pace e armonia. Purtroppo, non è così.

Dobbiamo impegnarci per costruire relazioni solide

Combattiamo giornalmente per mantenere delle connessioni relazionali valide o per disconnetterci, con il risultato di profonde ferite e immenso dolore.

Sono in molti ad affermare di voler stabilire relazioni migliori con gli altri ma non sanno come fare.

I sette pilastri, che presentiamo di seguito, possono essere uno spunto di riflessione utile per aiutare, chi lo desidera, a creare nella propria vita relazioni più sane e più forti a livello intimo, professionale, amicale e sociale.

ALLA BASE DELLE RELAZIONI CHE FUNZIONANO

relazione coppia sanaUna relazione può essere paragonata ad un edificio (ad esempio un tempio) che, per essere forte e sostenibile, necessita di basi solide.

La base su cui dobbiamo fondare le nostre relazioni è l’Accettazione Incondizionata che non vuol dire tolleranza.

Significa accettare gli altri senza giudicarli anche senza condividerne idee, opinioni, comportamenti.

In pratica riconoscere che tutti, compresi noi, siamo imperfetti e siamo fatti di pregi e difetti. Ciò ci permette di comprendere che l’altro, nel rapporto con noi, sta tentando di fare del suo meglio. Sta a noi poi decidere se, nel caso in cui l’atteggiamento sia particolarmente irrispettoso e offensivo, vale la pena investire tempo ed energie nel rapporto e quindi se restare nella relazione o allontanarci.

Ci sono dei limiti di buongusto e giusto atteggiamento che non vanno mai oltrepassati e questo vale per entrambe le parti coinvolte nel rapporto.

I SETTE PILASTRI

Uno dei pilastri delle relazioni forti è amare gli altri, concentrandosi su di essi con partecipazione e preoccupazione.

Una relazione sana deve, però, essere bidirezionale. L’interesse non può essere a senso unico: un dare e ricevere costruito sul prendersi cura l’uno dell’altro.

Una persona può fare degli errori ma poi mostrare fattivamente di fare degli sforzi per riparare. Questo impegno va riconosciuto e rispettato.

 Il rispetto è la capacità di accettare le persone così come sono: uniche con tutte le proprie personalissime caratteristiche. Dobbiamo accettare la diversità, senza pretendere che l’altro si adegui alle nostre aspettative.

A volte, le persone possono agire in modo disonesto e non consono nei nostri confronti.

La decisione di come rispondere sarà nostra e dipenderà da quanto siamo disposti a controllarci. Quando l’altro dice o fa qualcosa che ci fa infuriare, reagire in modo emotivo e incontrollato, non farà altro che distruggere il futuro della relazione.

Mantenere la calma e cercare di comunicare in modo lucido e pacato, cercando di controllare le proprie reazioni, al contrario, permetterà di mantenere viva la relazione in un clima pacifico, riflessivo e il più possibile sicuro.

Una buona comunicazione si articola in uno scambio chiaro e diretto dove vengano rispettati i silenzi e ci si ascolti in modo attivo. Questo è il segreto di ogni tipo relazione sana.

Non sempre i punti di vista coincideranno, ma dialogando in modo civile con tranquillità e fiducia si potrà arrivare a decisioni condivise da entrambi.

Ognuno è responsabile per sé stesso. Ma la responsabilità, per il buon funzionamento di una relazione, è sempre di entrambi.

Non bisogna sempre sentirsi responsabili di tutto, né attribuirsi sempre tutti gli errori.

Nel rapporto uno dei due può perdere il controllo, reagendo emotivamente; questo non vuol dire che anche l’altro debba reagire alla stessa maniera. Può, infatti, rispondere controllandosi.

Anche questo è segnale di responsabilità e mostrerà all’altro la nostra coerenza e la nostra affidabilità.

 È nostra responsabilità anche fissare dei limiti che l’altro deve rispettare a mai oltrepassare, per rispetto della relazione.

Il messaggio deve sempre essere chiaro: non siamo disposti a tollerare tutto. Ci sono limiti realistici che poniamo come dei paletti su cosa si può fare e cosa non va fatto. Questo permetterà anche all’altro di assumersi la propria responsabilità, impegnandosi e lottando per la relazione, oppure decidere di non farlo.

Una coppia sana saprà trovare il giusto equilibrio in modo che i punti di forza di ciascuno permettano alla relazione di continuare a crescere.

La responsabilità è il pilastro centrale di una relazione sana.

Se ognuno si assume le sue responsabilità ci si incontrerà senza aspettative, godendosi la reciproca compagnia, pianificando obiettivi, lavorando a progetti e soprattutto superando insieme le sfide.

Una relazione sana deve essere basata sulla verità. Bisogna essere sinceri con sé stessi e con gli altri riguardo ai propri sentimenti.

Quando smettiamo di puntare il dito sull’altro e iniziamo a fare autocritica, potremo valutare onestamente il ruolo che svolgiamo nel processo, e se i nostri desideri, aspettative aspirazioni sono ragionevoli e non violano in alcun modo i diritti dell’altro.

La cosa che fa funzionare davvero una relazione è la fiducia.

Affidarsi all’altro, significa non dover stare sempre in allerta, controllando tutto ciò che l’altro dice o fa.

Spingere qualcuno a dipendere da noi è solo un segnale del nostro bisogno di colmare un’insicurezza.

Aiutarlo ad essere indipendente, esercitando un individualismo responsabile, riponendo in lui\lei la massima fiducia, rispettando i suoi interessi (che possono anche essere diversi dai nostri) e i suoi spazi, invece, aiuterà il senso di responsabilità e la maturità della coppia.

Quando aiutiamo l’altro a perseguire i propri desideri, a realizzare i propri sogni, supportandolo anche nelle difficoltà, stiamo dimostrando tutto il nostro interesse e il nostro amore.

Questo tipo di supporto deve essere reciproco, nel rispetto delle nostre necessità e di quelle dell’altro.

CONCLUSIONI

Forse questi pilastri non garantiranno che le nostre relazioni durino per sempre ma renderanno certamente più solide e forti, dignitose e – perché no? –  divertenti quelle per le quali siamo disposti a fare dei sacrifici e senza le quali la nostra vita non sarebbe la stessa.

amore coppia relazione“Non avrei mai pensato che fosse tanto complicato tenere al proprio fianco la persona che amiamo più di ogni altra cosa.”

M.Malzieu

Condividi